U-MANI: FILMOGRAFIA CONSIGLIATA

NELLA TERRA DEL SANGUE E DEL MIELE – In the Land of Blood and Honey

è un film del 2011 scritto e diretto da Angelina Jolie.

TRAMA: Bosnia-Erzegovina, 1992. Allo scoppio della guerra, Ajla viene catturata dall’esercito serbo insieme ad altre donne musulmane e rinchiusa in un campo di prigionia. Uno dei suoi carcerieri è il capitano Danijel, con cui la donna aveva avuto una relazione prima del conflitto, il quale riesce a risparmiarle almeno parte delle violenze di cui sono invece vittima le altre prigioniere. Tuttavia, quando l’ufficiale viene trasferito a Sarajevo, ad Ajla non resterà che tentare la fuga per ricongiungersi con la sorella, a sua volta in fuga dalla pulizia etnica.

Grazie alla passione contrastata che coinvolge i due protagonisti, ci viene mostrato come il mondo sia stato a guardare per anni i più orribili massacri senza intervenire, si vede la Bosnia ma si pensa alla Siria dove la Storia si sta tragicamente ripetendo. Il film diventa allora un monito che andrebbe ascoltato.

Infatti, mentre l’attenzione del mondo è incentrata su altri paesi e scenari, alle porte dell’Europa, la zona Balcanica è ormai da tempo terra di passaggio di una delle più imponenti rotte migratorie verso l’Europa, la cosiddetta “rotta balcanica”, che vede persone di varie nazionalità tentare il cosiddetto THE GAME, una vera e propria crisi umanitaria.

PER APPROFONDIMENTI:

https://inmigration.caritas.it/node/689