RACCOLTA FONDI: MASCHERINE PER IL CAMERUN

Il progetto, promosso dall’Associazione Migr’Action, nasce da un’iniziativa di un gruppo di camerunesi che vivono in Italia. In questi mesi di emergenza sanitaria, il legame con la comunità di origine e il senso di responsabilità nei suoi confronti si è fatto sentire in modo particolarmente forte: come dare il proprio contributo, anche “a distanza”?

L’idea è stata quella di inviare un primo finanziamento nella regione Ovest del Camerun (la raccolta, inizialmente solo tra i membri della comunità camerunese in Italia, è stata di 3000 euro) per fare produrre da una piccola impresa locale 5000 mascherine di protezione da distribuire nel centro medico del villaggio di Bafang e direttamente alla popolazione. In effetti le autorità regionali hanno deciso di non chiudere, se non in una brevissima fase, le attività produttive e ricreative della zona, e il rischio di contagio risulta ancora alto. Necessario, quindi, l’approvvigionamento di mascherine.

La distribuzione, avvenuta attraverso il coinvolgimento di due associazioni di donne presenti nel territorio, è stata efficace e ha avuto molto successo. Da qui l’idea di allargare la raccolta fondi, coinvolgere l’associazione Migr’Action e, questa volta, rivolgersi direttamente a tre amministrazioni locali, che si faranno carico della distribuzione. A produrre le mascherine sarà sempre la stessa piccola impresa locale.

In Italia il progetto vede coinvolti volontari della zona di Biella e di Torino.