Associazione Pacefuturo

logo pacefuturo

L’associazione Pacefuturo onlus nasce ufficialmente nel 2004 al Monastero di Bose, dopo una serie di incontri fra amici sul tema della pace, iniziati già nell’autunno 2001 all’indomani dell’attentato alle Twin Towers di New York.

Dal 2006 ha sede e gestisce Villa Piazzo a Pettinengo (Biella), dimora storica di metà ottocento immersa in un parco di 10 ettari di proprietà della comunità di Pettinengo.

L’associazione opera nei seguenti ambiti:

  • cultura e pace: promozione di percorsi di pace e di futuro riconoscendosi nei valori espressi nella Carta di Oropa, il documento fondativo di Pacefuturo (incontri, mostre, concerti, manifestazioni, convivialità, …);
  • accoglienza e solidarietà: attivazione di progetti concreti di solidarietà e di welfare generativo rivolti alle persone fragili in particolare richiedenti protezione internazionale, disoccupati, senza fissa dimora, …);
  • territorio ed economia: riscoperta, recupero e valorizzazione dell’artigianato, del patrimonio artistico e paesaggistico locale.

Non c’è futuro senza pace: non c’è pace senza futuro

«Pacefuturo nasce per guardare verso una società che dovrà essere libera, responsabile, equa, capace di assumere la libertà come condizione, la responsabilità come valore, l’equità e la pace come obiettivi. Crediamo fortemente che quella in atto non sia semplicemente una crisi finanziaria, ma una grave crisi di valori scatenata da comportamenti irresponsabili.»

«L’umanità può uscirne a condizione di adottare nuove regole, diversi stili di vita e consumo, ripensando un mondo in cui sobrietà e solidarietà siano valori condivisi e sperimentati. Ci troviamo di fronte a uno scenario che ci chiede non solo consapevolezza, ma azioni capaci di arricchire il nostro impegno per il paese, per la nostra terra, per i giovani e per quei valori civili e morali che non hanno confine.»

(dagli scritti di Angelo Pavia, primo presidente di Pacefuturo 2004/2014)