“C’è molto più virus in Italia di quanto possa arrivarne dai migranti”